Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

domenica 15 marzo 2015

Baby Prostituzione Casi aumentati di 5 volte in 2 anni

Hanno il corpo acerbo di adolescenti che si ispirano ai modelli macho dei video hot e il cuore indurito per la vendita di quel corpo anche solo per una bottiglia di birra, uno spinello, 10 euro. I ragazzini che a Roma si vendono - o si «affittano» per una notte o l’intero weekend - sono in continuo aumento. Per strada, ma anche attraverso il web. 

Un fenomeno sociale allarmante, ad appena un anno di distanza dall’orrore delle baby squillo dell’esclusivo quartiere Parioli che tanto ha scosso l’opinione pubblica. Una discesa nell’abisso della perversione sessuale di maturi e stimati professionisti, spesso sposati e con prole al seguito, che «comprano» minorenni come fossero giocattoli

L’inquietante fotografia viene offerta dal procuratore aggiunto Maria Monteleone che evidenzia come «la prostituzione minorile negli ultimi due anni sia aumentata del 516% e per il 50% si tratta di maschietti. Molti sedicenni e diciassettenni, ma anche tredicenni o quattordicenni». I procedimenti penali che riguardano l’induzione, il favoreggiamento, lo sfruttamento e l’organizzazione della prostituzione minorile sono infatti «passati da 31 casi nell’anno 2012 a 191 nell’anno 2014, un aumento che mette i brividi e che registra un’impennata della prostituzione maschile. Si tratta in gran parte di stranieri, soprattutto romeni, ma anche italiani». 

Inquietante lo spaccato sulle motivazioni che spingono i minori a concedersi agli adulti. C’è chi lo fa per raccogliere il denaro per acquistare l’ultimo modello di smartphone o di sneakers griffate, ma anche chi «punta a guadagnare per aiutare la famiglia che vive in un totale clima di indigenza e di degrado socio-culturale». Baby prostituti per aiutare la madre a fare la spesa, insomma. Il procuratore aggiunto Monteleone (titolare peraltro dell’inchiesta delle baby squillo dei Parioli) ha esposto i dati di questa drammatica realtà anche durante l’audizione della Commissione parlamentare infanzia e adolescenza, presieduta da Michela Vittoria Brambilla.  

La prevenzione è quanto mai preziosa considerato il contesto di povertà estrema in cui maturano questi episodi. Un quadro preoccupante se si considerano i dati Istat per cui 1 italiano su 4 è a rischio povertà, 10 milioni sono senza mezzi.  

All’attenzione del procuratore aggiunto ci sono poi i clienti, perseguibili per legge: «Si è registrata un’inversione di tendenza, con l’aumento degli italiani». 

Allarme prostituzione minorile. Casi aumentati di 5 volte in 2 anni GRAZIA LONGO 15/03/2015

Offriva le ragazzine agli amici: ​indagato un dirigente dello Stato 18 LUGLIO 2014

Baby-prostitute, quadruplicate in un anno 8 OTTOBRE 2014


Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...