Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

sabato 29 novembre 2014

I pedofili di Westminster e i 200 bambini scomparsi

Si allarga l'indagine sullo scandalo relativo agli abusi sessuali condotti da alcuni esponenti dell'establishment inglese. Una rete di pedofili composta da politici ed esponenti dell’establishment ha violentato per anni centinaia di bambini, e ha ucciso numerose vittime. È l’ipotesi su cui indaga la magistratura inglese. Abusi sessuali verificatisi negli anni Settanta e Ottanta ma scoperti solo dopo lo scandalo relativo al conduttore della Bbc Jimmy Savile.



LA RETE DI PEDOFILI DELLA POLITICA INGLESE – Nelle ultime settimane si stanno rafforzando le indagini in merito a uno dei più grandi scandali  di pedofilia che si potrebbero verificare in un Paese occidentale. Nel Regno Unito una commissione speciale della polizia sta indagando su una rete di pedofili composta da politici ed esponenti dell’establishment economico e culturale, che avrebbe abusato centinaia di bambini durante gli anni Settanta e Ottanta. Questa perversione di massa sarebbe stata coperta dai servizi segreti di Sua Maestà, e secondo diverse testimonianze numerosi bambini potrebbero essere stati uccisi dopo aver subito questa immane violenza. La polizia britannica, come spiega il sito della Bbc, sta indagando sulla scomparsa di 200 bambini, avvenuta negli scorsi decenni in circostanze mai completamente chiarire. Le indagini si concentrano su una scuola e su un pensionato della periferia di Londra.
LA RETE DI PEDOFILI, JIMMY SAVILE E CYRIL SMITH – Il nuovo caso su cui indaga la polizia inglese sfiora le terrificanti vicende di pedofila che avevano coinvolto il famoso conduttore della Bbc, Jimmy Savile, così come altri giornalisti della TV pubblica. Dopo la morte di Saville si è saputo come il personaggio TV avrebbe abusato di centina di donne, giovani e giovanissime, e secondo diverse ricostruzioni questi atti di violenza sarebbero stati coperti dal governo britannico. Un deputato laburista, Tom Watson, aveva alluso già nel 2012 alla rete di pedofili che avrebbe impedito di scoprire prima i misfatti di Savile. Uno dei componenti di questa associazione criminale sarebbe un ex parlamentare dei Liberldemocratici, Cyril Smith, morto nel 2010. Smith avrebbe ripetutamente violentato giovani ragazzi, e in una sua denuncia il servizio segreto britannico MI5 sarebbe intervenuto per insabbiare il caso. 
Il caso è diventato sempre più esplosivo a inizio 2014, quando una persona ha affermato di esser stato violentato da piccolo da una rete di pedofili legata a Westminister, il Parlamento britannico, e di aver testimoniato sull’uccisione di un giovanissimo coetaneo anch’egli vittima degli abusi. Altri due decessi si sarebbero verificati secondo le prime ricostruzioni fornite dall’indagine, e da diversi mesi la polizia di Londra indaga sulla scomparsa di 200 bambini, che potrebbero esser stati coinvolti in questo enorme scandalo. 
Sir Bernhard Hogan-Howe, il capo della polizia londinese, ha rimarcato come attualmente le forze dell’ordine indaghino su tre casi diversi e circostanziati tra loro, anche se nel racconto dei media il tutto è stato unificato. Per Hogan-Howe i sospetti di omicidio rendono questi casi ancora più gravi, e secondo diverse indiscrezioni a breve potrebbero esserci arresti per reati avvenuti ormai diversi decenni fa.

Pedofilia: 200 bambini scomparsi scuotono l’Inghilterra 27/11/2014 


Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...