Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

venerdì 19 settembre 2014

Morta Luisa Bonello, la donna che denunciava i preti pedofili

Si sarebbe sparata con un colpo di pistola lasciando una lettera di addio in cui spiegherebbe il suo gesto. Il cadavere di Luisa Bonello, un noto medico savonese, è stato ritrovato questa mattina in un appartamento di una palazzina di via Genova, a Savona. Il primissimo allarme, partito dal 118, parlava di un “tentato suicidio”, ma giunti sul posto i soccorritori della Croce Bianca savonese non hanno potuto fare altro che constatare la morte.

La polizia scientifica si è occupata dei rilievi del caso. È arrivato e salito nella casa della donna anche il sostituto procuratore della Repubblica Giovanni Battista Ferro.
«Le mie denunce inascoltate»: il medico racconta delle lettere scritte al cardinale Bagnasco dopo che le sue denunce con monsignor Lupi erano rimaste inascoltate
Luisa Bonello, ex medico del lavoro a Savona, era conosciuta, oltre che per la sua attività umanitaria e professionale specie nell’Est Europeo, anche per aver consegnato a Papa Francesco in una recente udienza privata a Roma un dossier sugli scandali savonesi dei preti accusati di pedofilia.
«Io, delusa dal mio vescovo»
Come ministro dell’eucarestia era stata una collaboratrice della Curia savonese prima di essere allontanata e aver deciso di collaborare per far emergere la «sua verità sugli scandali della diocesi». Scandali al centro di inchieste alcune delle quali ancora in corso.

Probabile suicidio per Luisa Bonello, la donna che denunciava i preti pedofili Federica Pelosi e Alberto Parodi 19 settembre 2014


Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...