Post in evidenza

"Broken and Betrayed" "Violated" The true story of the Rotherham Abuse Scandal

Broken and Betrayed is an account of the Rotherham abuse scandal by the key whistleblower, Jayne Senior  Sarah Wilson, who suf...

sabato 2 novembre 2013

Prostituzione 2.0

Anno domini 2013, la prostituzione è 2.0 e si fa on line, il sesso si fa in casa o in albergo. L’uomo che vuole una prostituta non prende più la macchina per andarla a cercare in strada, accende il pc, trova facilmente un sito di escort, passa in rassegna le foto, legge le informazioni e con un clic sceglie. Poi va a casa della ragazza, usufruisce, paga e se ne va. Se deve andare in trasferta se la può anche far “spedire” impacchettata in camera. I prezzi sono più alti della strada: viaggiano tra 100 e 500 euro per 45 minuti, con punte fino a 2.000 euro. E’ la rivoluzione delle “marchette”, raccontata sul Corriere della Sera da Sara Gandolfi.
Si legge sul Corriere:
Un mondo sommerso abitato da sudamericane, est-europee, asiatiche ma anche tante italiane, che scivolano nella prostituzione come ultima ratio anti-crisi. «Erano stimate in un 10% del totale, oggi sono in aumento» spiega Mirta Da Pra Pocchiesa del Gruppo Abele di Torino. Donne come Lucia, 32 anni, tanto lavoro precario e poi il «mestiere», ma saltuariamente, «non a tempo pieno, quando serve» solamente. «Di andare a pulire i cessi della gente, io non ho voglia. Guadagno bene, non esagero, pago i conti e mi avanza anche per comprarmi qualche vestito firmato. Meglio che rubare, in fondo»
La presenza più massiccia è quella delle brasiliane, che prediligono l’indoor anche per non rischiare la retata, se clandestine. Seguite da rumene e albanesi che si spacciano per russe «perché fa più sofisticato». Tra le asiatiche il 60% è cinese, «impiegate» in centri massaggi più che in case.

Prostituzione 2.0: escort sul Web, sesso a casa. Tariffe da 100 a 2mila euro 2 novembre 2013


Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...