Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

domenica 3 novembre 2013

Baby squillo, trovata la lista dei clienti vip Imprenditori, notai e commercialisti

Imprenditori, notai, commercialisti. Nella lista dei clienti delle Lolite dei Parioli è finita la "crema" della Roma bene. Professioni e personaggi insospettabili, i cui nomi al momento sono top secret. Erano disposti a pagare anche duemila euro per trascorrere una giornata intera con le ragazzine. Ed è davvero difficile credere che, malgrado l'avvenenza delle adolescenti, a nessuno sia mai venuto il dubbio che non avessero raggiunto la maggiore età. Al contrario, forse erano proprio quei giovanissimi corpi l'incentivo a pagare fior di quattrini pur di levarsi sfizi e perversioni. 

Solo che ora i facoltosi uomini d'affari rischiano davvero grosso: non soltanto favoreggiamento della prostituzione minorile ma anche violenza sessuale su minore di 16 anni. Oltre ai cinque clienti già indagati e ai cinque aguzzini arrestati che gestivano il business delle quindicenni, dunque nuovi nomi finiranno nel registro degli indagati. Perché il giro messo in piedi e scoperto dai militari era davvero molto molto grosso. I carabinieri del nucleo investigativo di via In Selci, su disposizione del procuratore aggiunto Maria Monteleone, stanno passando al setaccio i telefonini delle ragazzine e dei loro sfruttatori e associando numero a nominativo. Molti li hanno già trovati, altri sono ancora da decifrare. Che la clientela fosse di livello lo dimostra anche il prezzario: dalle intercettazioni contenute nell'ordinanza firmata dal gip Maddalena Cipriani emergono cifre enormi. "Prestazioni a costi di circa 1000/2000 euro per l'intera giornata", 300 euro per un rapporto orale, cinquecento euro per un'ora con entrambe le adolescenti, "150/120 solo con una", prezzo che lievitava se l'incontro avveniva senza l'uso del profilattico. E poi viaggi all'estero  -  uno di questi era Cannes  -  di settimane full optional: 1000 euro al giorno a ragazzina più vitto e alloggio. E sul prezzo non si transigeva. 

"Se vi volete divertire  -  dice al telefono Nunzio Pizzicalla, ora in carcere, a un cliente  -  le cifre sono quelle: mille a persona più le spese di viaggio. Tu già inizi a fà duemila e cinque più que... compreso... cioè non ci siamo proprio. O mi vuoi fare perdere tempo o dimmi tu". Il facoltoso "Paolo" dall'altro capo del filo, lo rassicura dicendo che ha sentito gli altri e che "no no... va bene come mi avevi detto tu". La conversazione prosegue: Paolo porterà altre due persone. Tremila euro al giorno in totale, dunque. Poi salta fuori un quarto invitato. "Quindi siete in quattro non in tre", ribatte Pizzacalla. "Ma aspetta... quattro... lui (il quarto, ndr) vuole solo una cosa orale". E per un rapporto orale mille sono troppi, a detta di Paolo. Pizzicalla perde la pazienza: "Guarda se non paga mille è inutile che viene: cioè o è una gang con tre persone o con quattro, cioè non è che tre più uno che si accontenta". Raggiunto l'accordo non resta che ribadire le modalità di pagamento: "Allora fai il pagamento del biglietto aereo e poi il resto ce lo dai in contanti appena arriviamo". Non solo Roma però: i facoltosi clienti arrivano anche da Bologna, Milano, Firenze pur di trascorrere un'ora con le Lolite dei Parioli.

Baby squillo, trovata la lista dei clienti vipImprenditori, notai e commercialisti nel mirino  FEDERICA ANGELI  02 novembre 2013


Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...