Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

mercoledì 9 ottobre 2013

POP PORNO: MILEY CYRUS VIETATA AI MINORI

Una giravolta così nel mondo dello spettacolo non si era mai vista: nel giro di qualche stagione l’idolo delle adolescenti, la ragazzina acqua e sapone che incarnava gran parte dei buoni sentimenti del popolo a stelle e strisce, si è trasformata in una dea del sesso sfrenato e senza limiti. 
In giro ci sono ancora le vecchie serie di Hannah Montana, è di lei che stiamo parlando, ma sullo stesso schermo della Tv ora può capitare di vedere nella stessa sera, una delle puntate alla melassa della teenager più famosa della storia della televisione e, in successione, la sua nuova versione semi porno in un video pop che ha addirittura scandalizzato le sue colleghe più anziane.

Sinead O’ Connor, la cantautrice irlandese nota anche per il suo anticonformismo, ha addirittura preso carta e penna per darle una tirata d’orecchi pubblica:«Sono un po' preoccupata per quello che stai facendo Miley - ha scritto la O’Connor in una lettera pubblicata dai giornali - Non è giusto credere che sia cool stare nuda e leccare mazze nei tuoi video. In questo modo oscuri solo il tuo talento, non è assolutamente un potenziamento di te stessa se invii il messaggio secondo il quale sei valutata (anche da te stessa) più per il tuo fascino sessuale che per il tuo evidente talento».
Avrà un qualche effetto sulla defunta Hannah Montana la reprimenda di una collega affermata e navigata come la O’ Connor? C’è da dubitarne: Wrecking Ball, l’ultimo video di Miley Cyrus in poche settimane ha fatto registrare la cifra record di 200 milioni di clic anche grazie al fatto che dondola nuda su una palla di cemento mentre si accanisce a leccare la lunga impugnatura di un martello.
La deriva porno dei video delle pop star ha sollevato l’indignazione di una altra cantante famosa anche se non più in fiore. Annie Lennox si sta infatti battendo affinché i video ai limiti del porno delle cantanti siano marcati da un bollino di riconoscimento a protezione dei più giovani, un po’ come il«vietato ai minori di 18 e 14 anni» di una volta.
Ma anche questa è destinata ad essere una battaglia persa davanti alle cifre e al successo commerciale delle pop star che hanno imboccato questa strada. Accanto al record della Cyrus ci sono 34 milioni di visualizzazioni in 5 giorni per «Pour It Up», l’ultimo video di Rihanna e i 22 milioni di clic in 7 giorni di «Work Bitc», l’ultimo singolo di Britney Spears.
Dal punto di vista commerciale Miley Cyrus ha addirittura azzeccato la formula per soddisfare l’evoluzione dei gusti dei suoi fan. E agli adolescenti che un tempo deliravano per lei è come se avesse indirizzato il messaggio: «Vi ho fatto impazzire da piccoli, ora vi farò impazzire da grandi». Aspettiamoci la Hannah Montana destinata alla terza età».

Annie Lennox: Proibite Miley Cyrus ai minori di 14 anni 9 ottobre 2013 - 


Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...