Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

venerdì 13 settembre 2013

la 18enne uccisa e violentata per realizzare uno snuff-movie porno

L'uomo avrebbe ucciso la ragazza e poi ha fatto sesso col cadavere, riprendendo tutto con diverse telecamere. L'obiettivo? Forse realizzare un filmato pornografico, uno snuff-movie da vendere sul mercato illegale dell'hard.

Giochi erotici finiti mali, filmati snuff-movie porno e cadaveri violati. Chiariamolo subito, se siete deboli di stomaco non andate avanti nella lettura di questo articolo. Emergono infatti particolari raccapriccianti sulla vicenda della 18enne ritrovata senza vita in un campo nella zona di Lodi. Il 41enne Andrea Pizzocolo, accusato di averla uccisa al termine di un gioco erotico in un motel di Olgiate Olona, ha ripreso il tutto con una serie di microcamere piazzate sia nel motel di Olgiate sia in quello di Lodi, dove poi ha portato il cadavere per abusarne. Perché? Forse per realizzare uno snuff-movie pornografico. Un tipo di video molto conosciuto nel circuito illegale dell'hard, che prevede la morte in diretta della donna durante il rapporto sessuale. Secondo gli inquirenti, dunque, potrebbe essere questo l'obiettivo del ragioniere 41enne, realizzare uno snuff movie per poi rivenderlo nell'ambito di questo sottobosco macabro dove c'è chi è disposto a pagare cifre folli pur di vederne uno. Gli inquirenti stanno ora indagando su questa possibilità, come sulla provenienza dei molti filmati trovati nella casa dell'uomo. Si tratta di video che riprendono l'uomo in compagnia di centinaia di ragazze durante giochi erotici. E' possibile che alcune di quelle donne siano state uccise dal 41enne di Arese? E' quello che ora gli inquirenti cercheranno di chiarire.

Andrea Pizzocolo è stato arrestato dalla polizia sabato scorso. L'uomo ha spiegato che la morte della giovane, Lavinia Simona Ailoaiei, è avvenuta a causa di un gioco erotico finito male. Un tragico “bondage”, con delle fascette di plastica strette attorno al collo della ragazza che si stringevano sempre di più, fino alla morte della 18enne. L'uomo si sarebbe poi spostato dal motel di Olgiate Olona per recarsi in un hotel della zona di Lodi, dove ha a più riprese, dalle 5 di mattina alle 3 del pomeriggio di sabato, ha fatto sesso con il cadavere, per poi lasciarlo nudo nel campo. Per Pizzolo la morte della ragazza sarebbe quindi stata un tragico errore. Una versione che però non ha convinto gli inquirenti e il gip di Lodi, che invece ha scritto di «sevizie e brutalità usate dall'indagato nel realizzare l'omicidio di fronte ai vari ed estremi tentativi della vittima di sottrarsi al suo carnefice» confermando l'arresto dell'uomo.

Lavinia, la 18enne uccisa e violentata per realizzare uno snuff-movie porno 12-09-2013


Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...