Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

venerdì 14 giugno 2013

Il porno scandalo che ha travolto l’esercito australiano

Le forze armate australiane sono invischiate in un altro scandalo a sfondo sessuale con 17 persone indagate, tra le quali alcuni ufficiali. Il generale dell’esercito David Morrison ha detto di essere sconcertato da email “esplicite e ripugnanti” e immagini che umiliano le donne.


IL PRECEDENTE - L’ultima scoperta avviene in seguito a un report del governo secondo il quale nelle forze armate ci sarebbero stati più di 1000 casi di abusi sessuali o di altra natura dagli anni 50 ad oggi. Il report è stato redatto dopo lo “Skype scandal” del 2011, quando una giovane recluta ha mandato in streaming ai suoi commilitoni un video amatoriale in cui faceva sesso con una compagna d’armi.
I MILITARI COINVOLTI - “Direi che questo caso è peggio dello “Skype scandal”, sostiene il generale Morrison durante una conferenza stampa, facendo riferimento ai gradi delle persone coinvolte. Infatti in questo caso sono invischiati anche un colonnello, dei maggiori dell’esercito, capitani, sergenti maggiori e caporali. I materiali prodotti, definiti “altamente inopportuni” sono stati riversati sul web negli ultimi 3 anni usando computer della difesa militare. Nello scandalo potrebbe anche esserci stato uso di droghe illecite. 3 persone sono state sospese dal servizio e potrebbero andare a processo, altre 5 potrebbero essere sospese, mentre sono 9 gli indagati. Almeno 90 i militari che sarebbero stati inclusi nella catena di email. Il generale Morrison vuole evitare di descrivere il contenuto del materiale sotto accusa “sia i messaggi che le immagini sono umilianti, sessualmente espliciti e profani”.

Il porno scandalo che ha travolto l’esercito australiano 14/06/2013


Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...