Post in evidenza

School sex crimes up by 255 per cent, porn culture to blame

Reports of sex offences in schools continue to rise, according to police figures obtained by a Tes investigation

martedì 2 aprile 2013

Vende la figlia per fare le vacanze


I soldi della spesa. Quelli delle bollette, dei vestiti e delle vacanze a Quito. Marta (un nome di fantasia per tutelare la privacy della vittima di questa vicenda), quindici anni all’epoca dei fatti, v e niva letteralmente venduta dalla madre per questo motivo. Per un anno, dal 2005 al 2006, la ragazzina ha subito abusi sessuali dal convivente della donna. Una violenza atroce e incomprensibile. Ma solo ora, dopo sei anni di processi, tre gradi di giudizio, emerge anche la responsabilità della madre. Era lei, 46 anni, badante di origini ecuadoriane arrestata ieri pomeriggio dagli agenti del commissariato di Sestri, a vendere la figlia al suo aguzzino. Una storia cominciata nel 2005, nel quartiere di Palmaro, a Pra’. Lì viveva la donna con la figlia. E risale a quel tempo l’incontro, tormentato, tra la badante e l’operaio. Marta, al tempo, era poco più che una bambina. Frequentava l’ultimo anno delle scuole medie.

Vendeva la figlia per fare le vacanze 30 marzo 2013



Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...