Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

sabato 13 aprile 2013

Congo, stuprate 53 donne


Un giovane di 22 anni ha spiegato che lui ed il suo plotone hanno violentato per divertimento le donne di una città dopo essere stati sconfitti dai ribelli

Il Daily Mail ci parla di un soldato congolese che ha ammesso di aver stuprato 53 donne tra cui bambine di cinque anni “rapite” dalla sua squadra nel corso della guerra civile.
DUE GIORNI DI VIOLENZA - Il soldato, 22 anni, è stato uno dei migliaia di uomini arrivati a Minova, nei pressi del lago Kivu nella Repubblica Democratica del Congo nel corso del conflitto ed ha passato due giorni a stuprare ed uccidere prima che le forze regolari recuperassero il controllo della zona. La testimonianza è arrivata dopo che il ministro degli esteri inglese William Hague ha comunicato l’intenzione di spendere 10 milioni di sterline per proteggere le donne vittima di violenze nelle zone di guerra nel Paese.


UN DIVERTIMENTO - Il soldato ha poi spiegato che i soldati hanno voluto sfogarsi dopo la sconfitta patita a Goma contro i ribelli di M23. Le strutture governative vennero disintegrate ed i militari si sentivano ormai fuori controllo. A quel punto arrivarono a Minova ubriachi, affamati e violenti ed hanno sottoposto il centro ad un incubo senza precedenti prima che l’esercito riuscisse a risolvere la situazione. Infine lo stesso soldato ha svelato che la violenza è stata un semplice frutto di piacere. Alla fine secondo fonti ospedaliere furono più di 100 le donne violentate.
LA TESTIMONIANZA - Queste rivelazioni non fanno altro che sottolineare l’urgenza di provvedimenti da parte dei membri del G8, sgridati da Angelina Jolie, intervenuta come inviato speciale dell’Onu per i diritti umani. Nzigire Chibalonza, donna sessantenne vittima delle violenze di Minova, ha detto di essere stata picchiata con forza dai soldati i quali l’hanno trascinata fuori dal suo negozio per violentarla. Ed ora è insultata dal marito, che l’ha ripudiata. L’esercito congolese ha confermato che verranno presi provvedimenti contro gli stupratori ma al momento non sembra che qualcuno abbia pagato per le violenze commesse. 

Il soldato che ammette di aver stuprato 53 donne 12/04/2013



Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...