Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

mercoledì 13 marzo 2013

PORNO LIBERO


Il bando di tutte le forme di pornografia sui media è stato bocciato dal Parlamento Europeo di Bruxelles.


Introdotto da Kartika Tamara Liotard, il testo della risoluzione sugli stereotipi a sfondo sessuale avrebbe previsto il bando di "tutte le forme di pornografia nei media e nella pubblicità del turismo sessuale".

Le singole autorità dei paesi membri dell'Unione Europea avrebbero potuto obbligare tutti gli operatori di Internet a supervisionare la proliferazione di materiale pornografico sulle proprie reti. Contrari gli attivisti di European Digital Rights (EDRI) e dell'euro-deputato pirata Christian Engström, i primi a mobilitarsi per informare la società civile.

Era bastata l'idea che un giorno in Europa si potesse anche solo pensare a vietare il porno per scatenare una serie di proteste dei cittadini contro il Parlamento Europeo. Caselle di posta elettronica subissate da oltre un milione di messaggi, inviati però, a quanto riferiscono fonti parlamentari, da un numero ''molto limitato'' di indirizzi IP.
La frase incriminata era entrata nel testo solo per 'errore', come spiegato dall'autrice della mozione, l'olandese Kartika Tamara Liotard, che voleva vietare la pornografia solo nelle pubblicità. "C'è stato un problema di comunicazione, ha affermato, dovuto al fatto che è stata utilizzata la parola 'media', l'intenzione iniziale era rivolta a chi realizza pubblicità, non ai mezzi di informazione".

UE, il porno resta libero 12 marzo 2013



Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...