Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

mercoledì 20 febbraio 2013

India, tre sorelline stuprate e gettate in un pozzo


Tanuja Borkar aveva solo undici anni. Le sue sorelline Prachi e Priya ne avevano rispettivamente nove e sei. Sono morte, tutte e tre, assassinate e gettate in un pozzo dopo essere state violentate. Si tratta dell’ennesimo fatto di inaudita violenza che ha colpito, ancora una volta, le donne indiane.
GETTATE IN UN POZZO - La notizia è riportata da India Express: le tre sorelline erano scomparse il giorno di San Valentino dal loro villaggio di Murmadi, nello stato del Maharashtra (India centro-occidentale). Tornavano da scuola, ma a casa non sono mai arrivate. Due giorni dopo le ciabattine delle bimbe i loro zainetti con i libri di scuola sono stati ritrovati accanto a un pozzo di una fattoria. Loro tre erano dentro al pozzo, morte. L’autopsia ha rivelato che tutte e tre sono state stuprate prima di essere assassinate. La polizia indiana ha fermato due sospetti.


“UNA PERSONA DI FIDUCIA” – Aarti Singh, capo della polizia del distretto di Bhandara ha escluso l’ipotesi, sollevata dagli altri abitanti del villaggio, che questo orrendo delitto possa essersi consumato in seguito a una faida tra famiglie. Le tre sorelline, infatti, sono orfane di padre e nessuno dei loro parenti ha parlato di inimicizie. Gli inquirenti, comunque, sospettano che ad attirare in trappola le tre bambine sia stato qualcuno che loro conoscevano molto bene.
PROTESTE - Il fatto ha scatenato la rabbia degli abitanti del villaggio e domenica, all’indomani del ritrovamento dei tre corpicini, una folla inferocita ha bloccato l’autostrada che passa vicino al villaggio, protestando contro le forze dell’ordine che non sono state in grado di salvare le tre bambine. Nel 2006 un altro fatto di sangue, accaduto sempre nel distretto di Bhandara, aveva scatenato le proteste dell’intera India: quattro membri della famiglia Dalit Bhotmange erano stati torturati e assassinati non lontano dal villaggio delle tre sorelline. 

Le tre sorelline stuprate e gettate in un pozzo 20/02/2013



Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...