Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

giovedì 21 febbraio 2013

Dominique metà uomo, metà maiale


Un essere «metà uomo metà maiale», meschino, volgare, spinto dalle pulsioni più basse, diventato il «cagnolino» di una moglie ambiziosa, ossessionata dal sogno di diventare la premiere dame di Francia. Se fosse stato eletto presidente avrebbe trasformato l’Eliseo in un «club scambista»

Marcela Iacub è giurista e giornalista (cura una rubrica settimanale su Liberation), ma è da ex amante che traccia questo ritratto, al vetriolo, di Dominique Strauss-Kahn. È l’autrice di Belle et Bete (Bella e stupida), il libro choc che non risparmia nulla all’ex ministro e che uscirà in Francia la prossima settimana, ma di cui già oggi il settimanale Le Nouvel Observateur ha pubblicato alcuni passaggi piccanti.  

L’ira dell’ex direttore del FMI, già trascinato nel fango da scandali sessuali tra Parigi e New York, si è scatenata del resto contro il settimanale: «Questa operazione mi dà la nausea», ha scritto DSK in una lettera a Jean Daniel, il fondatore dello storico giornale della sinistra francese, promettendo un’azione in giustizia. «La parte creativa, artistica, quanto c’è di più bello in lui, appartiene al maiale», insiste la scrittrice, abusando un po’ di questo termine, che per lei non ha nessun senso spregiativo. «Eri vecchio, grasso, basso e brutto - continua -. Eri maschilista e volgare, insensibile e meschino. Eri egoista, brutale e privo di ogni cultura, ma ero pazza di te». 

La Iacub racconta la relazione di sette mesi vissuta con DSK, tra fiction e realtà, anche entrando nei dettagli (ma sulle scene di sesso ammette di aver usato l’immaginazione). I due si sono incontrati nel gennaio 2012. Era dopo lo scandalo di New York e le accuse di stupro da parte di una cameriera dell’hotel Sofitel, scandalo che ha messo fine alla carriera del potente uomo politico. All’epoca Marcela Iacub, brillante giurista di 48 anni, origini argentine e occhi nocciola (a 21 anni fu il più giovane avvocato del tribunale di Buenos Aires), aveva scritto un libro controverso, in cui prendeva le difese di DSK e criticava quel femminismo moralista che lo aveva condannato senza appello. Il libro aveva sollevato un polverone, ma DSK lo aveva apprezzato e le aveva chiesto un incontro. L’autrice era rimasta affascinata da lui, «un porco cattivo» trasformato in «cagnolino» dalla moglie ambiziosa.  

Secondo la giurista, lei lo spingeva a rincorrere l’Eliseo e lo incatenava a sé con il suo denaro: «Non potevi neanche immaginare di lasciarla - scrive - era impossibile rinunciare a quella vita di lusso». Contro la Sinclair, che ha poi lasciato il marito, invischiato anche in un giro di escort a Lille, Iacub usa parole crude: «È convinta che lei e il marito appartengono alla casta dei padroni del mondo». Altrettanto dura la replica dell’ex signora Strauss-Khan: Marcela Iacub «è una donna perversa e disonestà».  

Il libro choc della ex di Strauss-Kahn: “Dominique metà uomo, metà maiale” 21/02/2013



Ti piace?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...