Post in evidenza

School sex crimes up by 255 per cent, porn culture to blame

Reports of sex offences in schools continue to rise, according to police figures obtained by a Tes investigation

mercoledì 12 dicembre 2012

Vestiti succinti per strada? Reato per la Cassazione


C'è un limite oltre il quale è bene non andare quando si decide che cosa indossare per uscire per strada: l'ha stabilito la Corte di Cassazione (terza sezione penale).

La sentenza riguarda la vicenda di una donna straniera che, in una via cittadina, era «abbigliata in modo da fare vedere le parti intime del corpo, in particolare il seno e il fondo schiena, ed era in mutande, che lasciavano scoperti i glutei»: fermata da un poliziotto, è stata accusata di «atti contrari alla pubblica decenza».

Il terzo grado di giudizio ha confermato la sussistenza del reato, indipendentemente dal fatto che qualcuno se ne sia accorto: «non rileva» - scrivono i giudici - «che detti atti siano percepiti da terzi, essendo sufficiente la mera possibilità della percezione di essi, in quanto l'articolo 726 cp tutela i criteri di convivenza e decoro che, se non osservati e rispettati, provocano disgusto e disapprovazione».

«Vista la gravità della condotta, l'insensibilità della prevenuta all'offesa recata alla collettività, comprovante il completo disinteresse alle interferenze negative che il suo comportamento avrebbe potuto determinare al comune vivere civile» e tenuto conto dei precedenti penali, l'imputata è stata condannata a pagare l'ammenda di 600 euro decisa dal giudice di pace di Bologna.


Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...