Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

giovedì 22 novembre 2012

Prostituzione, 42 milioni vittime della tratta


Sono circa 42 milioni le vittime del traffico mondiale della prostituzione che genera un giro di affari di decine di miliardi di euro. Lo denuncia nel suo rapporto annuale, la Fondazione francese Scelles. Globalizzata e sotto l'influenza del crimine organizzato, la prostituzione è sempre più un mercato "in forte espansione", afferma il documento "Sfruttamento sessuale: prostituzione e criminalità organizzata", presentato oggi a Parigi, che fotografa la situazione in 54 Paesi.

Le organizzazione criminali hanno strutturato il business secondo un "modello capitalistico", "una sorta di grande mercato globale dove la criminalità è particolarmente attiva", ha detto Yves Charpenel, presidente della Fondazione. E gli esempi non mancano: in Spagna è stata smantellata una rete di rumeni per lo sfruttamento della prostituzione; negli Emirati Arabi sono stati condannati cittadini del Bangladesh accusati di traffico di donne dal loro Paese d'origine; in Finlandia è stato arrestato e condannato un russo che era a capo di un'organizzazione per lo sfruttamento della prostituzione; in Australia è stata smantellata una rete cinese che sfruttava ragazze thailandesi, spiega il rapporto.

Le vittime del traffico "sono 'prodotti' economici di Paesi poveri, coinvolti in conflitti armati o guerre civili e 'importati' sui mercati dove i guadagni sono più alti", aggiunge il rapporto. "A volte, le ragazze, acquistate per pochi euro, fruttano fino a 150.000 euro all'anno" nei Paesi occidentali, sottolinea la Fondazione.

"Se moltiplichiamo questa cifra per 2,5 milioni, che è la stima delle Nazioni Unite sul numero delle vittime della tratta di esseri umani (di cui l'85% è vittima di sfruttamento sessuale), si capisce come il mercato attiri sempre di più la criminalità organizzata", afferma Charpenel aggiungendo che le cifre fornite dall'Onu sono "sottostimate" perché basaste sulle condanne per traffici di esseri umani. Secondo la Fondazione "le persone costrette a prostituirsi in tutto il mondo" superano i "42 milioni", aggiunge Charpenel.

Stando a quanto affermato dal rapporto, il fatturato dell'industria del sesso sarebbe di oltre 1,5 miliardi di euro in Grecia, più di 2 miliardi in Russia e fino a 18 miliardi di euro in Spagna.

Prostituzione, sono circa 42 milioni le vittime della tratta 21 novembre 2012


Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...