Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

venerdì 19 ottobre 2012

Perversion Files


L’associazione dei Boy Scout statunitensi ha coperto 20 anni di abusi sessuali su minori.
L’accusa è contenuta in un dossier di 14mila pagine, reso pubblico per ordine del tribunale dell’Oregon.
In alcuni casi, dal 1965 al 1985, i molestatori – oltre 1200 secondo il documento – sono stati allontanati, in altri, sono stati reintegrati dopo un periodo di sospensione.
“L’obiettivo di questa decisione è che le organizzazioni capiscano come operano i pedofili – spiega il procuratore Paul Mones – come i molestatori di bambini si infiltrano nelle organizzazioni giovanili”.
I Boy Scout Usa si difendono, spiegando che il documento contiene una black-list di volontari non idonei, ma molti gli episodi non sono mai stati denunciati: “Ai genitori dico di giudicarci dai nostri programmi e di non giudicare il passato, ma il presente – replica il presidente Wayne Perry – qualsiasi paragone con le altre organizzazioni giovanili nel mondo mostra che i bambini qui sono più al sicuro che altrove, probabilmente più al sicuro che a casa”.
I documenti riservati dell’associazione hanno il nome di Perversion Files. In numerosi casi – sostiene la giustizia statunitense – le autorità locali hanno aiutato a coprire abusi sessuali su bambini di tutte le età.

Pedofilia: Boy Scout Usa coprirono abusi sui minori 19 10 2012







Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...