Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

giovedì 13 settembre 2012

Preti pedofili in Australia: più di 1500 denunce di abusi


La curia australiana ha ricevuto almeno 1500 denunce di abusi sessuali da parte di sacerdoti, di cui circa un terzo sarebbero stati commessi su minori. A lanciare l’accusa è il quotidiano The Australian, sottolineando che il numero, rivelato in dichiarazioni da parte degli arcivescovi di Sydney e di Melbourne, è probabilmente una stima per difetto, poichè la Chiesa sostiene di non essere in grado di fornire una cifra accurata sul territorio nazionale.
Circa due terzi dei reclami sono stati presentati in Nuovo Galles del sud (capitale Sydney) secondo la procedura detta ’Towards Healing’ (Verso la riconciliazione), stabilita nel1996, e quasi tutto il resto secondo il programma equivalente detto "Melbourne Response". Molti di coloro che sisono sottoposti alle procedure dichiarano che l’esperienza li ha «nuovamente traumatizzati» o «ha rinnovato le sofferenze».
Una delle vittime ha criticato la mancanza di indipendenza, poichè i reclamanti sono stati «reintrodotti allo stesso ambiente patito nell’infanzia». Una donna le cui due figlie subirono abusi da un prete ha descritto l’esperienza come «altamente ingiuriosa» e «un trauma che si poteva evitare», mentre una donna sessualmente aggredita da adulta dal suo parroco si è detta «gravemente traumatizzata» dalla risposta della Chiesa


Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...