Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

martedì 27 marzo 2012

In Italia è boom di video di ragazze minorenni nude


Sul sito di Repubblica è disponibile un 'inchiesta che cerca di affrontare il mondo dell'adolescenza in questi anni, raccontandone le fragilità e i pericoli, tra esibizionismo via Internet e sbronze già a dodici, tredici anni. “È la generazione degli anni zero. Ragazzini che si confrontano sempre prima con i disagi degli adulti. Da un lato l'alcol, un problema per 400 mila minori. Dall'altro internet che li espone a nuovi pericoli: sono in molti a rischiare di cadere nelle rete della pedopornografia”, questa la presentazione del viaggio nel mondo dell'adolescenza.
Ragazzine che si spogliano in webcam o filmandosi con il cellulare per poi ricattare (o essere ricattate), bullismo che nasce nei corridoi delle scuole per poi finire su Internet: oltre alla difficoltà di vivere anni significativi e problematici, agli adolescenti di oggi manca spesso la consapevolezza delle loro azioni, soprattutto quando si tratta di diffondere immagini con telefonini e web."I ragazzi non si rendono conto che quei video e quelle foto possono finire nel giro della pedopornografia e chi li diffonde commette un reato”, spiega a Repubblica la psicologa Barbara Forresi di Telefono Azzurro. 


Sexting, ovvero l'invio di foto e video a sfondo sessuale. Secondo i dati presentati, si tratta di un fenomeno in crescita in tutta Europa e avviene non solo tra amici o fidanzati ma spesso anche tra sconosciuti, senza che chi compie certe azioni abbia chiaro in mente quali possano essere i pericoli.


Le notizie su ricatti a base di foto erotiche o su azioni di bullismo che finiscono su YouTube arrivano spesso alle prime pagine dei giornali. Qualche giorno di cronaca, un'intervista ai genitori poi non se ne parla più. I problemi ovviamente rimangono, soprattutto perché sono legati a un contesto culturale dominante, quello dei corpi esposti, dello sfruttamento dell'immagine femminile (e delle discriminazioni di genere) di un orizzonte in cui il riferimento è il consumo, di qualsiasi cosa, persone comprese.
Unito a questo c'è un sistema educativo che si muove più lentamente di quanto non facciano i ragazzini che si trovano così nelle mani strumenti dalle potenzialità enormi come la Rete, senza la consapevolezza necessaria a usarli con attenzione e con conoscenza dei possibili rischi.

Video ragazze minorenni nude: in Italia è boom. Per soldi o esibizionismo 26/03/2012


Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...