Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

mercoledì 22 febbraio 2012

Puttanopoli francese, Strauss-Kahn torna in carcere


Feste e squillo, l'ex direttore Fmi sotto torchio a Lille: "Sapeva che quelle ragazze erano escort" Tra le accusa anche l'appropriazione indebita

Dominique Strauss-Kahn torna in carcere. ANCHE SE soltanto «a tempo», perché il fermo non può durare più di 96 ore e quella cui è sottoposto "Dsk", informano fonti giudiziarie, non supererà le 48. Sta di fatto, però, che da questa mattina alle 8, a Lilla, Dsk si trova di nuovo privato della libertà. L’inchiesta non c’entra con QUELLA DEL PRESUNTO STUPRO di New York, ma nasce sempre, guarda caso, da un albergo di lusso. Gli inquirenti sono infatti arrivati a Dsk indagando su un giro di prostituzione che aveva il suo centro all’hotel Carlton di Lilla, gestito da due «imprenditori» che fornivano all’ex direttore generale del Fondo monetario internazionale le escort per le sue «parties fines», come pudicamente le chiamano i giornali. Le serate libertine di Dsk si svolgevano a Parigi, Bruxelles e anche a Washington: le ultime, secondo l’accusa, dall’11 al 13 maggio, cioè alla vigilia dell’arresto di Dsk per il presunto stupro della cameriera del Sofitel.

In Francia come in Italia, frequentare prostitute non è reato. Ma gli inquirenti di Lilla contestano a Dsk due reati: complicità in prossenetismo, perché l’uomo politico socialista non sarebbe stato soltanto l’«utilizzatore finale» del giro di prostitute, ma avrebbe contribuito a organizzarlo, e «appropiazione indebita», perché le donne sarebbero state pagate sul bilancio delle società de due prosseneti.

Dsk ha sempre sostenuto di ignorare che le donne che partecipavano ai festini fossero prostitute e, per la verità, chiede da mesi di essere ascoltato dai giudici, anche per mettere un punto fermo alle continue, imbarazzanti rivelazioni della stampa. Ma i magistrati hanno preferito prima completare il dossier, che si basa soprattutto sulle dichiarazioni di una delle ragazze, che ha parlato di conversazioni «inequivocabili» con Strauss-Kahn. Adesso quest’ultimo ha finalmente l’occasione di spiegarsi con i giudici. Se riuscirà anche a convincerli, lo sapremo fra 48 ore.

"Sfruttamento della prostituzione"Strauss-Kahn torna in carcere 21/02/2012


Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...