Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

martedì 1 novembre 2011

Giovani rom si prostituiscono nei cinema porno per 5 euro


Ragazzini rom si prostituiscono nelle sale a luci rosse per meno di cinque euro. Succede a Napoli, a due passi dall’affollatissima stazione centrale. L’intrico di strade che ruota attorno a piazza Garibaldi, infatti, pullula di cinema porno all’interno dei quali succede davvero di tutto. Non solo film hard, dunque, ma anche scambi di coppie, giochi erotici in pubblico, prostituzione. Il tutto sotto gli occhi evidentemente socchiusi dei gestori.


A dirlo sono gli stessi clienti dei cinema che in Rete, pubblicamente e senza farsi troppi problemi, si scambiano consigli e suggerimenti su come fare per approfittare al meglio dei servizi offerti dalle sale. In un forum dedicato al nuovo servizio delle video-cabine, nelle quali è possibile appartarsi in coppia per vedere film della durata di dieci minuti, gli avventori scontenti e quelli anche troppo soddisfatti si sfidano a colpi di post lasciando intravedere sullo sfondo uno squallido giro di prostituzione in cui ad avere la peggio sono i giovani romeni.
Cinque euro, infatti, è la misera cifra che i rom, spesso minorenni, chiedono ai clienti dei cinema per prostituirsi. Cinque euro che possono diventare dieci laddove il cliente esprima richieste particolari, come il non uso delle precauzioni. “Stamattina – scrive Aruro su napoli.azgay.it - son stato all’Argo! E’ vero, un pochino vuoto ma ho trovato un rom che per 5 euro prima un pomp … e per 10 incul… lui non aveva il profilattico e voleva anche farlo senza per altri 10 euro ma io ho preferito con. Meglio non fidarsi...chissà con quanti fa così?”.
Pochi euro insomma che però vanno a sommarsi al prezzo del biglietto di ingresso al cinema, che si aggira in media sugli otto euro. Che per alcuni sono anche troppi. Come per Alessandro di Secondigliano, che sullo stesso sito scrive: “Però per uno studente come me mi è dura pagare 8 euro il biglietto … e qualcosa per il ragazzo … però se ci vale la pena uno strappo alla regola si può fare ogni tanto...ai gestori forse dico...il prezzo del biglietto è un po’ pari ai cinema di prima visione, ma comunque hanno affrontato delle spese … magari ai ragazzi rom un po’ di igiene personale in più e un consiglio...per 5 euro in più meglio non rischiare di prendere malattie… quindi preservativo“.
E nonostante si paghi un euro per utilizzare i bagni, molti si lamentano pure delle pessime condizioni igieniche. La più esplicita è Lucy: “Un vero puttanaio, dove la prostituzione maschile e trans domina … tutto sotto l’occhio del gestore e dello staff che indifferenti continuano a guardare da una finestra di scempio".





Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...