Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

venerdì 4 novembre 2011

Apple contro le pornomele


 muoversi sarà la World Intellectual Property Organization (WIPO), in seguito all'offensiva legale scagliata da Apple contro un gruppo di 7 domini pruriginosi. Spazi votati alla distribuzione di materiale pornografico, i cui indirizzi web richiamano in maniera esplicita uno dei prodotti più famosi dell'azienda di Cupertino.

Iphonecamforce.com e porn4iphones.com, persino l'apparentemente innocenteiphone4s.com. Domini che appunto richiamano il celebre Melafonino, registrati da misteriosi webmaster per ingannare gli utenti a caccia di informazioni sul marchio Apple. Il colosso californiano ha dunque accusato gli spazi online di violazione di trademark.

Ma perché Apple si è rivolta ai vertici della WIPO? Almeno per due motivi. Perché l'organizzazione delle Nazioni Unite è stata creata anche per combattere il fenomeno delcybersquatting, ovvero la pratica di acquistare domini che richiamino nel nome i marchi di grandi aziende.

Cybersquatting, Apple contro le pornomele 4 novembre 2011


Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...