Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

giovedì 27 ottobre 2011

YouTube Porn Day



Anonymous, uno dei gruppi di pressione più popolari, ha dichiarato guerra alla pedo–pornografia con un’operazione atta a smascherare i pedofili che utilizzano la rete. Gli hacker hanno recuperato oltre 100Gb di materiale pedo–pornografico e l’hanno rimosso dal web, pubblicando le generalità degli utenti iscritti al network privato.
Rispetto al passato, quando Anonymous ha celebrato addirittura lo YouTube Porn Day (sostituendo i video musicali con dei filmati pornografici), il gruppo ha cambiato nettamente orientamento. La redazione delle liste di proscrizione dei pedofili è eccessiva, finché non sussistono prove inconfutabili di colpevolezza. Però è un inizio.
Lo smantellamento della rete dei pedofili, definita OpDarknet, ha comunque assestato un colpo durissimo alla pedo–pornografia digitale. Da quando il movimento è sceso in politica, con Occupy Wall Street, Anonymous ha ingaggiato delle battaglie più populiste. Nella circostanza, è molto difficile non applaudire le gesta degli hacker.


25 ottobre 2011

Anonymous ha svelato le generalità d’oltre millecinquecento pedofili 



Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...