Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

lunedì 5 settembre 2011

CIAO DARWIN La Porno-Regressione


PORNO IMPERO TELEVISION

Il programma tv “Ciao Darwin” (detto anche “il porno col programma intorno”) è un programma porno-culturale condotto dai due noti porno-antropologi Paolo Bonolis e Luca Laurenti che ha come scopo primario l'analisi delle abitudini e dei comportamenti dell'Homo sapiens sapiens, valutando le sue reazioni alla vista di un'ingente quantità di figa.

Il programma vede sfidarsi tra loro due categorie di persone completamente opposte, scelte a caso tra i concorrenti esclusi dai porno reality show, accomunate dalle dimensioni microscopiche della scatola cranica.

Per alzare gli ascolti e sopperire alla bruttezza del viso di Laurenti è stata ideata la figura di Madre Natura, una gnocca il cui compito è far ruotare un mappamondo e subire le battutine acide di Bonolis con un sorriso di circostanza. Il pubblico è composto unicamente da gente che non vede la patata da diversi anni (marinai, camionisti, ergastolani in libertà vigilata), ai quali vengono propinati stacchetti degni del Crazy Horse. Durante le pause pubblicitarie gli autori del programma passano tra le persone a raccogliere i campioni di bava, che saranno analizzati per tenere fede agli intenti scientifici della trasmissione.

Puntata tipo

1.    L'ingresso di Madre Natura viene accolto da uno scroscio di applausi e da cori del tipo "Faccela vedè, faccela toccà";
2.    Le due fazioni si sfidano in una gara di freestyle a chi fa più rime rap;
3.    Alcuni concorrenti vengono selezionati per affrontare delle prove come salire su per uno scivolo per bambini con una pendenza del 2%. Per le donne è anche prevista una lotta seminude nel fango;
4.    Supercazzola di Bonolis e battutaccia di Laurenti che causa lo svenimento di un paio di spettatori;
5.    Due concorrenti affrontano un viaggio indietro nel tempo a bordo della limousine di Zio Paperone guidata da Laurenti;
6.    Dibattito stile "Porta a Porta" su argomenti etico-filosofici come ad esempio se sia meglio il gelato al cioccolato o quello al pistacchio;
7.    Stacchetto musicale del corpo di ballo di Ciao Darwin: un tripudio di tette e culi mentre lo spettatore da casa si chiede come mai manchi il numero 144 da chiamare in sovrimpressione.
8.    Bonolis sbraita urlando "Fermi, fermiii!" al pubblico che non smette di applaudire; mentre il concorrente non smette di dire cagate spaventose (del tipo che la Terra è certamente piatta o che l'Impero Romano è stato fondato da un tonno qualità pinne gialle) rendendosi ridicolo davanti a milioni di persone.
9.    Due concorrenti partecipano ad una prova di coraggio in cui si trovano a dover affrontare le fiere più temibili[citazione necessaria]. Viene fatto loro credere che delle sogliole moribonde siano in realtà dei famelici pesci piranha assetati di sangue umano, che delle innocue lucertole siano dei velenosissimi serpenti a sonagli della Cambogia e che alcune quaglie spennate siano degli esemplari di pterodattili dal becco più duro della punta di un trapano.
10. Dulcis in fundo, gara di spogliarello tra alcune concorrenti per la gioia del pubblico maschile;
11. Quiz con domande a cui saprebbe rispondere anche un alunno delle scuole elementari, ma che ovviamente i due sfidanti sbaglieranno.


Cultura dell’Osceno

a quell'ora dalle 21 alle 23 ormai moltissimi sono i bambini che restano incollati di fronte a questo surrogato di famiglia che è la tv. La famiglia, realtà inesistente, categoria della propaganda più becera, permette che i piccoli assistano, non tanto allo svolazzare di nudità, ma allo spaccio di disvalori, allo spregio della persona, alla porno-propaganda.

Sul palcoscenico immondo di questo avanspettacolo serale si intrecciano balletti lesbici con inquietanti pornoattori, gesticolanti subumani che  non riescono ad esprimerere le nozioni più comuni della conoscenza. Vengono fuori da incubi, non li riconosco come persone. In questa Matrix televisiva non riesco a scorgere ombra di cose che possa minimamente condividere.

IL trionfo del brutto, dell'osceno, che inneggia alla "sua" tragressione, dalle bambole-zombie prive di qualsiasi talento chiamate a mostrare corpi nudi omologati e mercificati assolutamente banali e anti-erotici.

L'osceno è tale perché tutti possono guardarlo, anche i bambini. La vera oscenità sta nel rendere questi corpi meri oggetti da telecamere, porno-feticismo.


PORNO IMPERO

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...