Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

lunedì 22 agosto 2011

Il vescovo amico dei pedofili

John Magee, ex vescovo della diocesi di Cloyne situata nella contea di Cork, fu al centro di uno scandalo di proporzioni enormi, quando fu accusato di aver coperto abusi sessuali su minori commessi da diversi sacerdoti tra il 1996 e il 2009. A seguito di ciò Magee nel 2010 chiese a Benedetto XVI di essere sospeso e Ratzinger accettò le sue dimissioni. E ciò bastò a mettere a tacere le accuse sulla vergognosa condotta del prelato. Non solo: ad oggi vive tranquillamente in Irlanda a Mitchelston, nella contea di Cork, in un'abitazione messa a disposizione della parrocchia. E' lui stesso che ha svelato il luogo del suo esilio ad un giornale irlandese e ha anche accettato di farsi fotografare. Al tempo del rapporto Cloyne rilasciò una dichiarazione: “...chiesi scusa alle vittime di tali abusi e anche oggi mi scuso senza riserve. Ho pubblicamente chiesto scusa alle vittime nella cattedrale di Cobh Cattedrale la vigilia di Natale del 2008. Desidero precisare che ho risposto a tutte le domande della Commissione d’inchiesta e le mie risposte sono sul registro pubblico, come parte del rapporto stesso. Non ho nulla da aggiungere alle risposte date in quell’occasione. Ho offerto le mie dimissioni a Sua Santità Papa Benedetto XVI e il 9 marzo 2010 sono state accettate. Sono un ex vescovo che vive in una casa gentilmente messa a disposizione per il mio uso nella parrocchia di Mitchelstown”. A fronte di decine di vittime innocenti la cui vita è stata irrimediabilmente guastata dalla perversione umana, è stata sufficiente una scusa, dopo la quale a Magee fu addirittura offerta una casa gratuita. Ogni commento è sprecato.
Ecco il vescovo amico dei pedofili 21-08-2011

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...