Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

giovedì 19 maggio 2011

TECNO SESSUALITA'

Un quinto di uomini e donne ha posato nudo davanti a cellulari e fotocamere. Ma c'è anche chi risponde al telefonino nel mezzo di un rapporto...

Chiunque bazzichi Internet lo aveva già capito che la tecnologia digitale ha un ruolo sempre più rilevante nella vita sessuale, ma ora la rivista Playboy ha provato a dare una dimensione numerica al fenomeno.

Un nuovo sondaggio sponsorizzato dal marchio internazionale dell'eros, e realizzato intervistando circa duemila soggetti americani, ha dimostrato che cellulari, videocamere e fotocamere si sono ampiamente affermati come strumenti dell'immaginario erotico, femminile e maschile.

Il 27% degli uomini e il 23% delle donne avrebbero dichiarato d'essere stati fotografati o filmati nudi, e un 15% maschile e un 9% femminile avrebbe ammesso di riprendersi durante i rapporti sessuali. Le percentuali, in questo caso, si possono sempre considerare per difetto, dal momento che molti hanno ancora ritegno a confessare simili abitudini, sia pure nell'ambito di sondaggi anonimi.

Anche il cellulare si dimostra un nuovo strumento di sollecitazione di fantasie amorose, se è vero che il 16% degli adulti intervistati ha dichiarato di avere usato il telefonino per attività di "sexting", vale a dire l'invio di messaggi erotici o di foto al proprio partner.

Torna alla memoria una tesi abbastanza nota, che risale ai tempi delle prime videocassette, quando lottavano sul mercato i formati Betamax (che perse) e VHS (che vinse). C'è chi sostiene che la vittoria del VHS fu decisa dalla scelta di Sony di impedire al mercato del porno di usare il formato Betamax, con disastrose conseguenze commerciali. E c'è anche chi attribuisce alla pornografia un ruolo decisivo nella diffusione della tecnologia cinematografica tout-court, agli inizi del secolo scorso. Tesi popolari e suggestive, ma non necessariamente fondate. Anzi.

Certo è, senza bisogno di scomodare Sigmund Freud, che la sessualità ha da sempre un ruolo importante nelle cose umane, e dunque non stupisce questa contaminazione tra il prodotto più avanzato delle nostre conoscenze, la tecnologia, con le nostre abitudine più ataviche (il sesso). Ancora oggi, nelle classifiche delle parole più digitate su internet, c'è la parola sex, declinata in tutte le lingue ma, in particolare, in inglese, e il nome di dominio Sex.com è stato venduto al prezzo più alto nella storia del web, ben 13 milioni di dollari. E' dunque davvero questo il motore che può determinare il successo o l'insuccesso di una novità tecnologica? Quasi impossibile misurare questo tipo di influenze dell'animo umano.

Il sondaggio, d'altra parte, rivela anche alcuni elementi interessanti ma, forse, non proprio esaltanti. Se il telefonino può talvolta solleticare emozioni e desideri, è anche in grado di narcotizzarli: il 17% degli uomini e il 15% delle donne confessa di avere risposto al proprio telefono durante un rapporto. E se tra le lenzuola basta uno squillo per interrompere un tenero abbraccio fra amanti, non stupisce scoprire che ben il 33% dei maschietti e il 23% delle femminucce dichiara di essersi rivolto a siti di incontri, benché già coinvolti in un rapporto sentimentale, oppure (44% degli uomini e il 36% delle donne), che si decida di far partire un video pornografico nel mezzo di un “tête à tête” sul materasso.

Chissà se è ancora una volta l'insoddisfazione che conferma il web luogo ideale per quelli che le protagoniste di Sex and the city chiamavano “ex files”: il 31% degli uomini e il 26% delle donne ammette di contattare un ex fidanzato/fidanzata su internet.

Quando l'uomo comincia a popolare una tecnologia, è assai probabile che perda un po' dei connotati di purezza scientifica che, forse (e sottolineiamo il forse), aveva animato i suoi inventori. Chi ha figli lo sa: in mano a un bambino, qualunque giocattolo smette, in pochi secondi, d'essere usato per lo scopo per cui è stato costruito, e viene trasfigurato con straordinaria, incontenibile, imprevedibile fantasia. E cosa c'è nelle fantasie del 100% degli adulti?

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...