Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

domenica 15 maggio 2011

Michael l'orrore pedofilia fischiato a Cannes

Michael è la provocatoria opera d'esordio dell'austriaco Markus Schleinzer, già assistente di Haneke, il primo film che ha suscitato "buu" e fischi del pubblico del festival e l'abbandono della sala di qualche spettatore.
Non ispirato a fatti di cronaca precisi, «né ad esperienze personali», sottolinea il regista, il film racconta gli ultimi cinque mesi di convivenza forzata di un pedofilo con la sua vittima. Non certo in difesa, ma dal punto di vista di Michael, rappresentato non come "mostro", ma come una persona qualunque. È impressionante la sua normalità: lavora in una compagnia di assicurazioni, fa anche un salto di carriera, frequenta gli amici, va a sciare con loro, è pieno di relazioni sociali. Poi torna a casa, prepara da mangiare per il bambino, scende in cantina, lo nutre, lo accudisce: è il suo giocattolo.
Il film evita i dettagli sul rapporto sessuale - il massimo è una mano sulla spalla del bimbo - si limita a mostrare Michael in bagno alle prese con i lubrificanti mentre si prepara prima di andare in cantina chiudendosi la porta alle spalle. Ma proprio l'idea di lasciare i fatti all'immaginazione rende il film durissimo. L'irritata contestazione del pubblico era nelle previsioni del regista che ha ricevuto solo un tiepido applauso di cortesia. 

"Michael" fischiato l'orrore pedofilia irrompe sullo schermo 15-05-2011




Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...