Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

giovedì 28 aprile 2011

Indonesia, legale il porno casalingo


La pornografia prodotta in casa non costituisce reato. È quanto ha deciso la Corte Costituzionale respingendo una richiesta di rivedere - e rendere ancora più dura - la legge anti-pornografia approvata nel 2008 su iniziativa di partiti islamici. La stampa locale cita il giudice Ahmad Fadlil Sumadi, secondo cui «nonostante la Corte sia d'accordo che, se resa pubblica, la pornografia viola le norme di decenza, il punto qui è che i video fatti in casa per uso privato non sono intesi per distribuzione pubblica».

La legge anti-pornografia considera reato produrre, distribuire e pubblicare materiale pornografico. La richiesta di revisione, avanzata da uno studio legale affiliato a circoli islamici, mirava a specificare che anche la produzione privata è vietata. La richiesta era stata presentata dopo che un video privato della pop star locale Nazril Ariel Irham in atteggiamenti intimi con due donne è stato reso pubblico via YouTube lo scorso anno. Ariel è stato poi condannato a tre anni e mezzo per aver 'distruibuitò il video e non per averlo prodotto. Le due donne non sono state condannate perché non sono state coinvolte nella distribuzione. 

La legge anti-pornografia è stata approvata dal parlamento indonesiano nell'ottobre 2008. Il testo è fortemente influenzato dai partiti radicali islamici e si basa su una vaga definizione di 'pornografià che potrebbe addirittura considerare 'pornograficò anche il disegno di un artista che riproduce un corpo nudo. La legge è tuttora opposta dalle minoranze etniche, i gruppi di estrazione cristiana e indù, e organizzazioni per i diritti umani che la definiscono una minaccia contro i dettami della Costituzione, che è laica e protegge tutte le religioni. In Indonesia, un arcipelago di oltre 17mila isole, vivono 240 milioni di persone esponenti di oltre 45 gruppi etnici e di tutte le maggior religioni. Oltre l'85 per cento degli abitanti è musulmano.
Indonesia, il Porno fatto in casa non è reato
28 Aprile 2011

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...