Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

mercoledì 16 marzo 2011

Operazione Rescue


Centosettantatre minorenni vittime di abusi identificati, 459 indagati e 71 persone arrestate. È il bilancio provvisorio dell’operazione `Rescue´, coordinata da Europol, contro quella che la polizia postale di Catania ritiene la maggiore grande rete internazionale di pedofili con collegamenti in varie parti del mondo.
Sono 18 gli italiani coinvolti, uno di loro, un calabrese di 24 anni, è stato arrestato per produzione di materiale pedo-pornografico. L’analisi del materiale informatico dell’arrestato ha consentito di individuare un bambino italiano, di 8 anni, residente in Sicilia, vittime di abusi che sono stati ripresi e registrati in un video.
I Paesi europei coinvolti nell’inchiesta sono Australia, Belgio, Canada, Grecia, Islanda, Italia, Olanda, Nuova Zelanda, Polonia, Romania, Spagna, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti. Le indagini della polizia postale sono state coordinata dal procuratore aggiunto di Catania, Marisca Scavo, che ha disposto numerose perquisizioni per 18 italiani indagati per divulgazione di materiale pedo-pornografico e per apologia di delitto.
Sono state eseguite in quattordici città: Bari, Bergamo, Como, Cuneo, L’Aquila, Milano, Monza, Napoli, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Torino, Varese, Venezia e Udine. Molti indagati hanno confermato di essere utenti iscritti al sito pedofilo. Sono impiegati, professionisti, studenti, un pensionato, un seminarista, un allenatore di basket per bambini, e hanno un’età media di 30 anni.

 ''E' finalmente scattata la prima operazione internazionale contro i 'pedofili culturali', le loro reti, i loro traffici e abusi su minori. L'operazione di oggi e' la dimostrazione che quando Meter e don Di Noto hanno denunciato reti di lobby pedofile di finti 'intellettuali' hanno visto giusto''. Lo afferma in una nota l'Associazione Meter di Avola del sacerdote anti-pedofili don Fortunato di Noto, in merito all'operazione antipedofili scattata stamane in 13 Paesi Ue e negli Stati Uniti, che ha avuto origine da una segnalazione dell'Associazione.


''Si tratta - continua la nota - di personaggi che negli anni si sono organizzati celebrando la 'giornata dell'orgoglio pedofilo' e costituendo movimenti, partiti e gruppi internazionali allo scopo di promuovere la violenza sessuale e l'abuso sui minori mascherandolo da 'progresso' culturale e morale''. L'associazione segnala anche un dialogo inedito, del 2006, estratto da conversazione 'Msn' di pedofili italiani che si sono dati appuntamento in una citta' europea per ''celebrare la loro pedofilia'' stabilendo e discutendo sull'eta' di preferenza dei bambini.



La mappa della pedofilia in Italia e Europa 16 marzo 2011

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...