Post in evidenza

Raped by the System: the Wadakancherry Rape Case

The prime accused in the case is a corporation councillor belonging to the CPM that is ruling the state

mercoledì 2 marzo 2011

2 milioni di bambini vittime di abusi sessuali

E’ uno scenario raccapricciante quello che presenta “Avvenire”, il quotidiano vicino al Vaticano, che con il suo dossier sulla pedofila e in particolare sulla pedopornografia, punta i riflettori su una delle piaghe più dolorose della società odierna.
La rivista denuncia gli abusi di natura sessuale a cui sono sottoposti circa due milioni di bambini nel mondo, tra cui 600mila sono vittime di pedopornografia.
Il direttore del servizio di Polizia postale, Antonio Apruzzese, ha spiegato all’ “Avvenire” che si sta procedendo ad un lavoro di identificazione delle vittime di abusi sessuali, che compaiono inermi nelle foto e nei filmati che girano in questo disgustoso giro d’affari, perché vengano finalmente tirate fuori da quest’incubo queste piccoli e innocenti vite. Apruzzese ricorda inoltre, che in Italia è aggiornata costantemente una black list, uno “strumento potente che il legislatore italiano con voto bipartisan ci ha dato e che tutta l’Europa ci invidia. Nella lotta alla pedopornografia, siamo all’avanguardia”, ha tenuto a precisare.
Tuttavia, il fenomeno resta preoccupante e non può essere sottovalutato dato che nel nostro Paese, arrivano a quota 21mila i presunti pedofili, e che questo crimine attraversa tutti gli ambienti che fanno parte della vita dei bambini e degli adolescenti, come la palestra, la scuola e primo tra tutti l’ambiente familiare. Per quanto riguarda i recenti scandali dei preti pedofili, il direttore ha affermato, che il fenomeno esiste, ma è molto circoscritto. E in merito alla questione il direttore di “Avvenire”, Marco Tarquinio ha sottolineato l’impegno dei cattolici contro la pedofilia, affermando che: “Mesi e mesi dopo la gran bagarre accusatoria attorno alla Chiesa, siamo parte dell’unica ‘istituzione globale’  che in modo limpido e rigoroso, seguendo la parola e l’esempio di Papa Benedetto, ha fatto e continua a fare i conti con questa piaga che era stata descritta in modo martellante come quasi solo sua”.
Ma il dossier di “Avvenire” prende in esame anche i dati desunti dal Telefono Azzurro: sono 5mila le denunce che giungono ogni dodici mesi alle procure italiane, 4mila archiviazioni per mancanza di prove, mille processi svolti, 1.300 i pedofili arrestati ed ora in carcere, tra cui 400 stranieri e 98 donne. Il dato più inquietante è che nel 90 per cento dei casi il reato si consuma all’interno delle mura domestiche.


Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...