Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

venerdì 25 febbraio 2011

CRESCE Il PEDOPORNO IN GIAPPONE

In Giappone, malgrado il possesso di materiale pornografico per uso personale non è perseguibile per legge, i casi di reato per pornografia infantile sono aumentati del 45% nel 2010, battendo tutti i record mondiali.

Le indagini, nell’anno 2010 hanno portato alla scoperta di 1.342 casi di produzione e vendita di foto e video pornografici che vedevano protagonisti dei bambini. Il numero di bambini e adolescenti coinvolti nella realizzazione di questo materiale, che è stato quantificato con 618 vittime, ha avuto un incremento del 52,6% rispetto all’anno precedente. Le autorità giapponesi hanno affermato che questo è il numero più alto mai registrato per i casi di pornografia infantile nel paese.

Tra le vittime, 93 bambini della scuola elementare e 33 bambini in età prescolare.
Colpisce il fatto che il 60% dei casi di pedopornografia sono stati individuati tramite Internet. La legge attualmente in vigore in Giappone, vieta esclusivamente la realizzazione e la vendita di foto e video e la detenzione di materiale pedopornografico a scopo commerciale, ma non la realizzazione e il possesso per uso personale.
Giappone e Russia sono le uniche potenze, tra i paesi industrializzati membri del G8, a non proibire la detenzione per uso personale di video e foto pornografiche con protagonisti i bambini. Il possesso di materiale pedopornografico, permesso dalle leggi giapponesi e da quelle russe, è vietato invece in oltre 70 paesi.

Pornografia infantile, record da scandalo per i casi in Giappone 24 FEBBRAIO 2011


Japan child porn cases surge to record high 

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...