Post in evidenza

Supreme Court of India Orders To Block Rape Videos

In a very welcome move, the Supreme Court of India is acting against the publication and dissemination of rape videos

sabato 28 agosto 2010

MIDDLE MEN Il Porno al tempo di Internet


"Sono quasi sicuro che se da internet togliessero tutta la pornografia.. resterebbe un solo sito chiamato: Ridateci i porno!"

Con questa battuta il dottor Cox della serie tv Scrubs scherzava sull'inarrestabile proliferazione del sesso in rete. E ora Middle Men cerca di analizzare la nascita di queso fenomeno. Diretto da George Gallo ed interpretato da Luke Wilson, Giovanni Ribisi, James Caan, Gabriel Macht, Laura Ramsey, Peter Stormare, Rachael Taylor e Kelsey Grammer, la pellicola prende spunto dalla vera storia di Christopher Mallick, peraltro tra i produttori del film. Ambientato nel 1995, quando tutti avevano un videoregistratore, la musica veniva ancora venduta nei negozi di dischi e il world-wide-web era una nuova invenzione, Middle Men racconta l'odissea di Jack Harris, uomo d’affari con una vita perfetta - una bella famiglia e una carriera di successo. Poi incontra Wayne Beering e Buck Dolby, che hanno inventato il modo di vendere la pornografia su internet. Quando Jack accetta di contribuire ad orientare la loro attività, si ritrova stretto in una morsa tra una pornostar di 23 anni e l’FBI. Nel frattempo, diventa uno dei più ricchi imprenditori dell’epoca.

Presentata al Santa Barbara Film Festival e al Festival di Cannes, questa ricognizione nei territori del porno ha diviso la critica americana. Per Variety Middle Men è un incrocio tra Boogie Nights e Casinò, un'opera ineluttabilmente sordida ma piuttosto intrigante, un viaggio alla scoperta delle relazioni tra mafia e intrattenimento per adulti. Rolling Stones loda le performance di Giovanni Ribisi, James Caan, Gabriel Macht e soprattutto di Luke Wilson, sottolineando come il film evidenzi le profonde contraddizioni del sogno americano. Per il Chicago Reader, invece, la pellicola avrebbe l'ambizione svelare i meccanismi dell'industria del porno ma rischia di perdere di vista l'obiettivo, per colpa dell'eccessiva simpatia del protagonista. Più critico TimeOut New York che stigmatizza l'eccesiva dose di testosterone che gronda dai dialoghi.

Middle Men: il porno al tempo di internet mag.sky 06 agosto 2010

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...